­
  • andreolo

ANDREOLO, S.T. (Donna al Lido)

€1,500.00

Tempera su carta

COD: bas14 Categoria: Tag: , , Artista ANDREOLO Aldo

Descrizione prodotto

Aldo ANDREOLO

 

è nato a Venezia. Nel 1949 si diploma in pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Nello stesso anno partecipa alla Rassegna di pittura italiana contemporanea (Venezia, Museo Correr), dove le sue opere figurano accanto a quelle di Boccioni, Carrà, De Chirico, Modigliani, Morandi, Sironi e altri protagonisti della pittura italiana del ‘900.
Sul finire degli anni Cinquanta approda a una pittura espressionistico-gestuale, fortemente materica (Nature morte, Tetti di Venezia). Verso la fine degli anni Sessanta la sua pittura, abbandonato l’impeto segnico e cromatico del periodo precedente, si attesta su posizioni che inclinano a una sorta di “realismo magico”, non immune da suggestioni metafisiche. Nascono così le Automobili abbandonate e le Edicole, cui fanno seguito i cicli delle Spiagge, delle Attese e quello di Eva, che continua tuttora. Le donne di Andreolo, enigmatiche ed impassibili, assorte in lunghe meditazioni o in estenuanti attese su spiagge senza tempo, sono diventate ormai un inconfondibile punto di riferimento nel panorama della pittura figurativa contemporanea. Alcune opere recenti (Sedie sulla spiaggia, Interni) hanno rivelato un rinnovato interesse dell’artista per l’oggetto, visto come elemento privilegiato di una metafisica Weltanschauung.
L’artista veneziano ha partecipato a centinaia di esposizioni in tutto il mondo. Oltre che in Italia, ha esposto a Londra, New York, Los Angeles, Tokio, Parigi, Ginevra, Basilea, Mannheim, Lubecca, L’Aja, Bruxelles, Vienna. Fra le molte mostre antologiche dedicate alla sua pittura: Fra cielo e terra, 1989 (Venezia, Chiesa di San Stae), Dai balconi del cielo, 1992 (Padova, Oratorio di San Rocco), Silenziose attese, 1995 (Belluno, Palazzo Crepadona), Tra realismo magico e metafisica, 1997 (Vienna, Galleria Hieke). Le sue opere figurano in importanti collezioni private e pubbliche, fra cui la Galleria Internazionale d’Arte Moderna Ca’ Pesaro di Venezia, il Museo Civico di Belluno, il Museo Civico di Padova, la Galleria d’Arte Contemporanea di Conegliano, la Regione del Veneto, la Cassa di Risparmio di Venezia, la Camera di Commercio di Venezia.
Non meno importante di quella pittorica è la sua produzione grafica, spesso ispirata alla letteratura. Dopo la cartella serigrafica Morte a Venezia (1975) dal celebre racconto di Thomas Mann, ha realizzato molte altre opere grafiche, accompagnate da testi inediti di noti scrittori italiani.
Come pubblicista, collabora alle pagine culturali di alcuni quotidiani. È autore di due libri: Guardare gli altri. Artisti visti da un artista (1998) e Venezia ricorda, tradotto recentemente in inglese. L’artista vive a Venezia

Informazioni aggiuntive

opera

12,8 x 17,8 cm

foglio

35 x 50 cm